Trasporti multimodali a GNL per Containerships

0

La compagnia armatoriale finlandese Containerships sta implementando i suoi piani nell’impiego del GNL come carburante per navi e camion, al fine di ridurre le emissioni e soddisfare le  normative IMO previste per il 2020, e prevede di investire circa 200 milioni di Euro (239,5 milioni di $USA) in un quadriennio, il più alto investimento effettuato nella storia della società.

La compagnia ha ordinato quattro nuove navi portacontainer da 1.400 TEU a doppia alimentazione (GNL/Diesel), che sono in costruzione in Cina presso il cantiere Guangzhou Wenchong Shipyard e opereranno nei Mari del Nord e del Baltico. La prima unità M/S Containerships Nord sarà consegnata entro la fine di 2018 e verrà seguita ogni otto settimane da ciascuna delle altre tre navi, che saranno tutte operative all’inizio del 2019.

Containerships partecipa al progetto Ue TEN-T concernente le reti di trasporto trans-europee, nella veste di coordinatore principale del progetto DOOR2LNG relativo alla creazione di una catena logistica multimodale del GNL nel nord Europa, che vede la partecipazione di altri membri come GNS Shipping, Multilink Terminals, PD Ports e RST.

Al progetto sono stati assegnati fondi per 17 milioni di Euro, di cui dieci utilizzati per la costruzione delle quattro sopracitate portacontainer a GNL  e sette impiegati per sviluppare le infrastrutture portuali e capacità di movimentazione nei porti centrali di Helsinki, Rotterdam e Teesport.

Per quanto concerne i trasporti via terra, la società ha compiuto i maggiori passi nel Regno Unito, dove utilizza 40 camion a GNL  dalla fine del  2017 e prevede di aumentare la propria flotta di autocarri alimentati a GNL a 200 entro il 2020.

La Società ha anche aperto, nel maggio 2017, una propria stazione di rifornimento di GNL presso il suo stabilimento di Teesport, che serve la sua crescente flotta di camion alimentati a GNL nel Regno Unito.

Fonte LNG NEWS