Avviati servizi regolari per le navi a GNL nel Porto di Riga in Lettonia

0

Il Porto della città di Riga, capitale della Lettonia sul Mar Baltico, ha dato avvio ai servizi regolari per le navi portacontainers alimentate a GNL accogliendo la Containerships Polar che, insieme alla Containerships Nord (entrambe di proprietà del gruppo CMA CGM) giungerà al porto tre volte alla settimana. Una terza nave GNL dovrebbe raggiungerle in autunno.

Con quest’annuncio, il porto di Riga afferma di aver compiuto un grande passo avanti verso la realizzazione di un porto green e la riduzione dell’impatto ambientale delle sue attività. Poiché le nuove navi alimentate a GNL sono tra le più grandi portacontainers che regolarmente fanno scalo nel porto di Riga, si prevede che anche il volume del carico di container aumenterà.

Kristaps Jakovlevs, manager di Containerships in Lettonia e in Estonia, ha affermato: “In alcuni mercati europei  le spedizioni avvengono già con veicoli a GNL. Insieme alle prime navi portacontainers alimentate a GNL, formeranno un ciclo completo di logistica verde. Nel prossimo futuro, abbiamo anche in programma di introdurre un parco auto a metano in Lettonia, riducendo l’impatto ambientale e passando ad una logistica ecologica al 100%. Inoltre, le nuove navi metaniere che arrivano al porto di Riga hanno un tonnellaggio maggiore che ci permette di offrire servizi migliori ai nostri clienti e permette agli esportatori lettoni di pianificare meglio le loro catene di fornitura e i volumi di carico nel Regno Unito, Benelux, Irlanda, Italia, Spagna e Portogallo.”

Martinš Ziemanis, Deputy CEO del porto franco di Riga, ha aggiunto: “Una delle nostre priorità di sviluppo richiede l’uso di tecnologie rispettose dell’ambiente, e l’altra l’aumento significativo del numero di container gestiti. Il programma di sviluppo adottato l’anno scorso fissa un obiettivo ambizioso: aumentare il volume del carico container a 1 milione di unità TEU movimentate all’anno in 10 anni. Poiché questo volume continua a crescere ogni anno, riteniamo che questo obiettivo sia raggiungibile. Durante i primi sei mesi di quest’anno, siamo riusciti a raggiungere il record di fatturato con la movimentazione di 238,2 unità TEU, che è il 5,6% in più rispetto a un anno fa“.

A giugno la Containerships Polar aveva ricevuto il primo rifornimento di GNL a Rotterdam, attività di bunkeraggio effettuata dalla LNG London (Shell), la prima chiatta di bunkeraggio GNL operativa in Europa (rileggi qui la notizia). La Polar, classe di ghiaccio 1A, capacità 1.380 TEU, propulsione Dual-Fuel LNG (10080 KW), è adatta per far fronte a condizioni climatiche e di navigazione avverse le sfide, frequenti nella sua area operativa del Nord Europa e dei Paesi Baltici.

Fonte: LNG Industry