GNL di Edison: Brindisi cerniera tra Ravenna e Oristano

18 Feb 2020 - ConferenzaGNL

GNL di Edison: Brindisi cerniera tra Ravenna e Oristano

Dopo l’annuncio dello scorso anno, Edison ha presentato al Ministero dello sviluppo economico il progetto per il deposito costiero di GNL nel porto di Brindisi, come segnalato per primo dalla Staffetta Quotidiana. Una prima Conferenza dei servizi si svolgerà il prossimo 8 marzo. Nella relazione tecnica preliminare la società illustra la sua strategia complessiva per i depositi costieri, assegnando a Brindisi il compito di ottimizzare la logistica del trasporto di GNL via nave dal deposito di Ravenna (in costruzione) a quello di Santa Giusta – Oristano (autorizzato).

Il sito è stato identificato all’ingresso del “porto medio” in un’area della banchina Costa Morena Est, funzionale all’attracco delle navi metaniere, e in un altro spazio alla radice della banchina stessa in grado di ospitare il deposito. L’accosto dispone di 500 metri di lunghezza ed un pescaggio di 12 metri. Nella scelta è stata coinvolta l’Autorità di sistema portuale che ha indicato le aree disponibili.

Le navi metaniere per lo scarico del GNL avranno una capacità massima di 30.000 m3 (Edison ha già in costruzione una bunker vessel di questa dimensione) e minima di 1.000 m3. Lo stoccaggio del GNL sarà in un serbatoio atmosferico verticale della capacità di 19.950 m3.

L’impianto potrà sia ricevere sia caricare il GNL sulle bettoline e rifornire autocisterne nelle due baie di carico e isocontainer, caricati su rimorchio, mediante manichette flessibili , con possibilità di realizzare un terzo punto di rifornimento.

La portata massima per le operazioni di caricamento da banchina a impianto e del rifornimento da impianto a bettoline è di 2.000 m3/h (per riempire il deposito saranno quindi necessarie circa 10 ore, per riempire una bettolina standard da 7.500 m3 meno di 4 ore). La portata per il rifornimento di autocisterne e isocontainer presso le baie di carico è di 100 m3/h.

Le operazioni di carico di autocisterne e isocontainer potranno essere eseguite simultaneamente alle operazioni di scarico metaniere o di carico delle bettoline. Presso l’area di ormeggio è accetta una sola nave alla volta e quindi non sarà invece possibile procedere contemporaneamente allo scarico da metaniera e carico di bettoline.

Tag:, , ,