Edison e PIR per il deposito di Ravenna con la Depositi Italiani GNL

0

Edison e PIR (Petrolifera Italo Rumena) hanno assunto la decisione finale di investimento, di circa 100 milioni di euro, per la realizzazione del deposito di GNL nell’area portuale di Ravenna annunciata nel settembre 2017 (http://www.conferenzagnl.com/depositi-bunker-vessel-ravenna-hub-adriatico-del-gnl/) ed hanno costituito come società operativa la newco Depositi Italiani GNL. Le due società lo hanno comunicato in un incontro con la stampa e operatori del settore lo scorso 30 novembre presso la sede storica di Edison a Foro Bonaparte a Milano.

Il deposito di Ravenna, primo nell’Italia continentale, la cui entrata in esercizio è attesa nel 2021, avrà una capacità di stoccaggio di 20.000 metri cubi di GNL per una movimentazione annua potenziale di oltre 1 milione di metri cubi di gas liquido, in grado di rifornire, secondo i calcoli di Edison, almeno 12.000 camion e fino a 48 traghetti all’anno. Edison, che si occuperà della costruzione del deposito, utilizzerà l’85% della capacità, mentre la rimanente quota del 15% verrà venduta a terzi da Depositi Italiani GNL.

PIR, operatore storico di logistica e stoccaggio del Porto di Ravenna, in qualità di proprietario dell’area di Porto Corsini e concessionario della banchina, garantirà il diritto di superficie per l’uso dell’area, e offrirà i servizi legati all’utilizzo della banchina e al ricevimento delle autobotti.

Edison ha anche annunciato un charter party agreement con l’armatore norvegese Knutsen OAS Shipping per la realizzazione e l’uso di una nave che trasporterà il GNL ai depositi costieri (link) con caratteristiche tali che potrà caricare il GNL in tutti i terminali europei, anche nel Nord Europa.

Il piano di sviluppo nel GNL small scale di Edison prevede la realizzazione di un sistema di depositi costieri, di cui l’impianto di Ravenna sarebbe solo il primo. Oltre all’impianto di Oristano, già autorizzato, è stato manifestato interesse per Napoli e Brindisi. In Europa si prevedono 280.000 camion a GNL nel 2030 e oggi operano o sono in costruzione circa 250 navi con propulsione a GNL.

Edison – hanno inoltre dichiarato gli esponenti della società – è oggi l’unico importatore di GNL di lungo termine in Italia e può quindi garantire la disponibilità continua e duratura del GNL grazie a un portafoglio diversificato e all’apertura di un nuovo canale di approvvigionamento dagli Stati Uniti, grazie ad un accordo con Venture Global per l’acquisto di circa 1,4 miliardi di metri cubi di GNL dall’impianto Calcasieu Pass in Louisiana (di cui inizierà la costruzione a inizio 2019, ndr).

Fonte: ConferenzaGNL