Chart Industries aderisce all’australiano LNG Marine Fuel Institute

11 Mag 2020 - ConferenzaGNL

Chart Industries aderisce all’australiano LNG Marine Fuel Institute

Cresce il ruolo dell’LNG Marine Fuel (LNG MFI), associazione senza scopo di lucro, unica nell’emisfero Sud,  che promuove l’uso del metano liquido nei trasporti marittimi con sede a Perth, in Australia. Con l’adesione di Chart Industries si rafforza la presenza industriale nell’associazione, che già vede tra gli altri la presenza di Woodside, Wartsila, Ironside, Mitsubishi Motors, Man, Mol, Bhp, Rio Tinto, Win GD.

Obiettivi di LNG MFI è connettere e attivare i piani aziendali delle imprese aderenti, colmando le lacune di conoscenza necessarie per abbattere le barriere e fornire una voce unificata a sostegno dei membri del governo. L’associazione considera il GNL come un combustibile marino primario a beneficio della nazione, per far crescere il settore e ridurre l’impronta ambientale del Paese.

L’Australia ha rapidamente sviluppato negli scorsi anni produzione e commercio del GNL di grande taglia, soprattutto verso l’Asia, incidendo significativamente sul mercato mondiale. Adesso l’impegno è sfruttare questa nuova situazione nell’impiego del GNL di piccola taglia soprattutto nel trasporto marittimo.

Chart è un leader mondiale nello stoccaggio criogenico di GNL e produttore di altre apparecchiature e sistemi anche a supporto della costruzione di infrastrutture globali e su piccola scala per i trasporti, come nei serbatoi per i camion, di cui è tra i principali fornitori mondiali. In ambito marittimo Chart ha costruito la sua prima stazione di bunkeraggio nel 2003 e di recente ha completato i terminal a Klaipeda in Grecia  e a Jacksonville, in Florida (US). Chart fornisce anche sistemi di alimentazione a bordo per le navi alimentate a GNL e include tra le sue esperienze il traghetto ad alta velocità Francisco, traghetto catamarano che opera tra Buenos Aires e Montevideo.

Margot Matthews, CEO di LNG MFI, ha affermato “LNG MFI è entusiasta di far entrare Chart Industries come nostro nuovo membro. Il bunkeraggio di GNL richiede flessibilità soprattutto in queste prime fasi di sviluppo e Chart Industries ha l’esperienza di cui abbiamo bisogno nella progettazione e installazione di apparecchiature e sistemi di GNL su piccola scala.

Il CEO di Chart Industries, Jill Evanko, ha dichiarato “In qualità di membri dell’IFM, non vediamo l’ora di incrementare ulteriormente il GNL come combustibile per uso marittimo funzionante e pulito dal punto di vista commerciale per il 2020 e di contribuire a un ambiente più pulito per le comunità in cui vengono utilizzate le nostre attrezzature e soluzioni“.

Fonte: LNG MFI

Tag:, , ,