Propulsione a GNL di MAN per due portacontainer alle isole Hawaii

0

MAN Energy Solutions si è aggiudicata l’ordine per fornire i sistemi di propulsione di due nuove navi portacontainer da 2.525 TEU, che si uniranno alla flotta di Pasha Hawaii, la compagnia statunitense che opera sulla rotta commerciale tra gli Stati Uniti e le isole Hawaii.

Ogni sistema comprenderà un motore principale 7S80 ME-GI Mk 9.5, tre GenSet MAN 6L35 / 44DF e un sistema elica MAN Alpha FPP. Le navi saranno costruite nel cantiere Keppel AmFELS di Brownsville, in Texas, su design proprietario della Keppel.

Bjarne Foldager – Vicepresidente, Vendite e Promozione dei motori  a due tempi presso MAN Energy Solutions – ha dichiarato: “Con circa 200 motori in ordine e/o già in servizio, la popolarità del ME-GI continua a crescere. Questo ulteriore ordine nel segmento delle navi portacontainer cementa il progetto ME-GI, dimostrando la sua affidabilità e la preferenza espressa da parte della nostra clientela nella selezione di sistemi di propulsione completi piuttosto che del solo motore principale. E ciò conferma il nostro percorso strategico nel voler diventare fornitori di sistemi di propulsione“.

A titolo informativo (Ndr.), si rammenta che MAN Energy Solutions è il nuovo nome assunto a partire dal 26 Giugno 2018 dalla antecedente divisione MAN Diesel & Turbo. 

I motori principali saranno costruiti da Doosan Engine in Corea, secondo gli standard di emissione Tier III (emanati dall’Agenzia USA per l’Ambiente – EPA e dalla Ue) mediante l’uso di un sistema di ricircolo dei gas di scarico. MAN Energy Solutions Augsburg costruirà invece i motori ausiliari che soddisfano il livello Tier III con l’aiuto di un sistema di riduzione catalitica selettiva.

La consegna dei motori è prevista per il 2019, mentre il varo delle due portacontainer dovrebbe avvenire rispettivamente nel primo e nel terzo trimestre del 2020.

Le due nuove navi opereranno interamente a GNL fin dal primo giorno di servizio, riducendo drasticamente l’impatto ambientale e aumentando l’efficienza del consumo di carburante. Un ulteriore risparmio energetico sarà ottenuto, oltre che con un motore di avanguardia, attraverso la forma ottimizzata dello scafo e il sistema di propulsione subacqueo corredato di timone ed elica ad alta efficienza, che consentiranno una velocità di navigazione di 23 nodi.

Fonte O&GLINKS