Il ministro Sokolov sulle strategie russe nel GNL di piccola taglia

0

Il Ministro dei Trasporti della Federazione Russa, Maksim Sokolov, ha inviato ai partecipanti della VI ConferenzaGNL, svoltasi a Napoli gli scorsi 10 e 11 maggio, un messaggio sulle strategie nel settore del GNL di piccola taglia. La nota è stata letta nel corso della Tavola rotonda finale dei lavori, conclusa dall’intervento di Gilberto Dialuce,  Direttore generale per gli approvvigionamenti energetici del Ministero dello Sviluppo economico.

Questo il testo del messaggio: “Egregi partecipanti alla Conferenza, la politica governativa della Russia nell’ambito dell’introduzione dei mezzi alimentati a gas mira alla promozione di cambiamenti strutturali nell’economia del Paese, alla creazione di fonti innovative per lo sviluppo di lungo termine ed all’aumento della competitività dei diversi settori economici grazie al passaggio in tutti i tipi di trasporto all’utilizzo del carburante ecologico gas.

“Va sottolineato il grande lavoro oggi svolto in Russia ai fini della creazione delle condizioni per stimolare il passaggio graduale dei mezzi di trasporto all’utilizzo del Gnl. In particolare stiamo lavorando sulla bozza di un programma statale per l’impiego dei mezzi alimentati a gas con una suddivisione in sottoprogrammi dedicati ai vari tipi di trasporto: automobilistico, ferroviario, marittimo, fluviale, aereo, ed ai mezzi per usi speciali.

“Sono certo che la promozione della collaborazione internazionale nel campo dell’elaborazione e dell’impiego di nuovi modelli dei macchinari alimentati a gas e dello sviluppo delle infrastrutture per la produzione del Gnl, nonché delle necessarie infrastrutture di servizio, abbia un grande significato socio-economico per lo sviluppo dei territori, specialmente per i grandi agglomerati urbani, e crei le condizioni per la stabilità del sistema dei trasporti e per la prestazione di servizi di alta qualità e competitività.

“Vi auguro un buon lavoro e ogni successo. Sono convinto che la vostra esperienza permetterà a tutti noi di trovare soluzioni reciprocamente vantaggiose in tutte le questioni messe in discussione”.

Alla tavola rotonda dedicata alle prospettive di sviluppo del GNL di piccola taglia nel Mediterranei hanno partecipato rappresentanti dei Paesi della Sponda Sud come Marocco, Giordania, Israele, oltre agli esponenti dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, istituzione dell’ONU, di MEDREG, l’Associazione mediterranea dei gestori delle reti del gas, dell’Ambasciata russa di Roma e del Governo di Malta, Presidente di turno dell’Unione Europea.