Metanauto e Mise confermano le prospettive del GNL in Italia

0

Si è aperto martedì 13 novembre, presso il centro congressi di Fico-Eataly World  di Bologna, l’evento Metanauto 2018, storica manifestazione organizzata a distanza di 11 anni dall’ultima edizione, da Federmetano, l’associazione che promuove l’uso del metano nel trasporto automobilistico in occasione del suo 70esimo anniversario.

Licia Balboni, presidente Federmetano, ha presentato e rilanciato l’evento “per far comprendere che il metano è la risposta pronta e utilizzabile per una mobilità sostenibile nel concetto di neutralità tecnologica”. Grande novità di questa edizione l’arrivo del CNG derivato dal GNL, che incontra sempre maggiore favore da parte degli automobilisti.

All’esterno del centro congressi, in bella mostra vetture ibride a metano/diesel (la Toyota Hilux convertita da Ecomotive solution che ha fatto la Torino-Pechino e ritorno qualche settimana fa) e metano/benzina (una storica Fiat 124 spider e una Alfa Romeo Stelvio), gli scooter metano/benzina convertiti dagli studenti dell’Istituto professionale di Stato Leon Alberti di Rimini, i camion a GNL di Iveco e Scania e il dual fuel, solo per l’accensione del GNL, di Volvo.

Principali dati emersi dalla prima giornata di lavori dedicata espressamente agli sviluppi del GNL, aperti da Liliana Panei del MISE, la conferma delle prospettive globali al 2030, quando saranno a GNL metà dei trasporti marittimi e il 70% di quelli terrestri pesanti.

In Italia la domanda prevista per il GNL di piccola taglia al 2030 è di circa 35 TWh. Le stazioni di servizio GNL-CNG sono oggi  31, più 93%  sul 2017, i camion circa 1500, più 150% sul 2017, altre 8 stazioni di servizio con GNL erogano solo CNG, tre nuove stazioni saranno inaugurate nei prossimi giorni e una trentina sono quelle in costruzione  e progetto.

Confermata la costruzione dei primi due depositi costieri di GNL a Ravenna (Edison – PIR) e Oristano (Higas), che dovrebbero in parte risolvere la perdurante mancanza di GNL sul suolo nazionale entro il prossimo anno.

ConferenzaGNL