Interviste ai Protagonisti | Osservatorio Mediterraneo dell’Energia OME

0

Abbiamo intervistato Houda Ben Jannet Allal, General Director di OME (Observatoire Méditerranéen de l’Energie), il cui intervento è atteso alla quinta Conferenza Internazionale sugli usi diretti del GNL promosso da ConferenzaGNL® e in programma a Napoli, Mostra D’Oltremare, il 15 e 16 maggio prossimi.

Quale sarà il coinvolgimento e il ruolo dell’OME nei lavori della Conferenza?

OME ha aperto la strada all’organizzazione di conferenze e workshop trasversali di alto livello su varie questioni relative al settore energetico nei paesi del Mediterraneo. Questi eventi, come l’appuntamento di ConferenzaGNL, offrono l’opportunità di sviluppare una visione condivisa tra attori regionali, responsabili politici e autorità nazionali. Come parte del comitato OME per gli idrocarburi e la sicurezza energetica, quest’anno ci siamo concentrati su GNL di piccola taglia nel Mediterraneo, con particolare attenzione alle questioni legate, tra le altre, alla tecnologia, all’economia, alla logistica, al bunkeraggio e alla regolamentazione. Il prossimo appuntamento di ConferenzaGNL che riunisce gli attori chiave del GNL di piccola taglia nel Mediterraneo sarà una buona opportunità per condividere le nostre opinioni e ascoltare gli ultimi sviluppi, i principali vantaggi, le opportunità e le sfide che verranno affrontate durante la quinta Conferenza Internazionale.

Quale sarà il coinvolgimento e il ruolo di UfM Gas Platform nei lavori della Conferenza Internazionale?

L’obiettivo generale di UfM Gas Platform (The Union for the Mediterranean Gas Platform) è il rafforzamento di un dialogo strutturato regionale, che consenta lo sviluppo graduale di un mercato del gas euro-mediterraneo più sicuro, trasparente e prevedibile. Questo processo deve essere eseguito in modo da bilanciare correttamente e in maniera trasparente l’interesse sia dei paesi produttori che dei paesi consumatori e fornisce le basi per uno sviluppo sicuro a lungo termine delle risorse abbondanti nella regione. Nell’ambito del programma di lavoro della piattaforma del gas, stiamo per concludere un report sul ruolo del GNL nella sicurezza del gas nella regione Euro-Mediterranea.

Il GNL si è fatto avanti in quasi tutti gli incontri che abbiamo avuto finora nell’ambito di UfM Gas Platform. Questo è il motivo per cui negli ultimi due anni abbiamo organizzato alcuni workshop sul rafforzamento delle capacità del GNL. Dato l’alto interesse dei membri della piattaforma del gas per il GNL di piccola taglia, abbiamo affrontato questo problema anche nel nostro programma di lavoro attuale e futuro. Per esempio, l’anno scorso abbiamo organizzato un incontro in collaborazione con WEC-Italia sui vantaggi, le sfide e le opportunità del GNL nel trasporto marittimo nella regione mediterranea. E grazie a WEC-Italia e ConferenzaGNL, organizzeremo un altro workshop sul GNL di piccola taglia nella regione mediterranea. Inoltre, ci tento ad aggiungere che nei prossimi anni sarà data maggiore enfasi al GNL di piccola taglia all’interno dei lavori di UfM Gas Platform.

Quali sono i principali risultati che vi aspettate da questa importante collaborazione?

Vediamo l’industria del GNL come un fattore chiave per una cooperazione globale e di successo tra i paesi del bacino del Mediterraneo. In questo senso l’OME ha sostenuto il lavoro degli principali attori del settore per migliorare e approfondire la cooperazione e la collaborazione in materia di gas naturale tra le due sponde del Mediterraneo.

ConferenzaGNL, OME e UfM Gas Platform condividono l’obiettivo comune di migliorare la sensibilizzazione e il coinvolgimento del pubblico e dei diversi attori del settore energetico attorno agli sviluppi e alle sfide del gas/GNL nella regione euro-mediterranea. Questo è il motivo per cui OME ha preso parte agli appuntamenti di ConferenzaGNL anche in passato. Confidiamo nel successo dell’appuntamento di Napoli e nel prosieguo della cooperazione anche in futuro.