In Sardegna i primi tre serbatoi GNL del deposito Higas

0

L’italiana Gas and Heat, specializzata nella costruzione di serbatoi criogenici, ha annunciato la spedizione in Sardegna dei primi tre contenitori del deposito costiero Higas da 9.000 metri cubi di GNL in costruzione nel porto di Santa Giusta (Oristano).

I tre serbatoi, della capacità di 1.800 m3 ciascuno, rappresentano la metà della capacità di stoccaggio e gli altri 3 saranno inviati a destinazione entro il 2019. Il progetto, al quale Gas and Heat lavora dal 2015, è entrato così nella sua fase finale ed è confermato che sarà operativo entro il mese di agosto 2020, come annunciato nel corso della quinta Conferenza Internazionale di ConferenzaGNL dello scorso maggio a Napoli.

Il deposito Higas sarà il primo punto di approvvigionamento costiero di GNL dell’Italia e del Mediterraneo (un secondo è in costruzione a Ravenna) e permetterà di avviare la metanizzazione della Sardegna, unica regione italiana che non dispone di questa fonte energetica.

Diversamente dai depositi connessi ai grandi rigassificatori di GNL, l’impianto Higas è stato appositamente progettato e potrà fornire metano liquido per i trasporti marittimi e terrestri pesanti oltre che compresso per le auto, le industrie e le reti cittadine di distribuzione del gas.

Per il successo dell’iniziativa e il rispetto dei tempi, Gas and Heat sottolinea l’importanza della dislocazione del proprio cantiere nel Canale dei Navicelli (via d’acqua da Pisa al Tirreno) che permette la movimentazione su chiatte dei grandi manufatti verso il Porto di Livorno. La nave utilizzata per il trasporto verso la Sardegna è una Heavy Lift specializzata in questi tipi di trasporti (la società consegna grandi serbatoi in tutto il mondo).

L’impegno della società per il deposito Higas ha richiesto l’assunzione e stabilizzazione di oltre 25 persone fra giovani ingegneri e operai specializzati per arrivare a circa 100 unità con le ditte dell’indotto.

Fonte: comunicato stampa Gas and Heat