Da Porto Viro a Venezia e Barcellona, in servizio il ferry GNL di Balearia

0

Hypatia de Alejandria, primo traghetto dual fuel della compagnia spagnola Baleària che naviga alimentato esclusivamente a GNL, ha recentemente iniziato il servizio regolare tra Barcellona e Palma di Maiorca, dopo essere arrivato nel porto catalano il 27 gennaio scorso. Il ferry proveniva dal porto di Venezia, dove ha effettuato il rifornimento dopo aver lasciato il cantiere navale Visentini di Porto Viro (Rovigo).

Nell’aprile 2018 l’ingresso in acqua della nave documentata da questo video:

Come riferito da una nota della Guarda Costiera di Venezia, tra il 13 e il 22 dicembre scorso sono state concluse le operazioni di rifornimento di GNL – svolte di notte – che hanno richiesto “un complesso processo autorizzativo portato avanti dall’Autorità Marittima/Guardia Costiera di Venezia che ha coordinato appositi tavoli tecnici con i soggetti a vario titolo interessati (tra cui l’Autorità di Sistema Portuale, l’Arpav, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, il Servizio Chimici del porto, il Terminal Vtp, Venice Lng) promuovendo analisi congiunte delle procedure di effettuazione delle delicate operazioni di rifornimento, elaborando specifiche valutazioni dei rischi e fornendo dettagliate prescrizioni di sicurezza anche per la gestione delle emergenze”.

Tutto ciò, “in modo da salvaguardare le attività di trasferimento del prodotto dalle autocisterne alla nave, per un totale di circa 200 mc di gas naturale liquefatto“. L’operazione è stata condotta dalla Polargas (Gruppo CPL) che ha impiegato 5 autocisterne rifornite a Marsiglia. In Italia, negli scorsi anni, si sono svolte in pieno giorno altre due operazioni di rifornimento di GNL marittimo. La prima nel porto di Civitavecchia il 16 maggio 2014, con un’autocisterna proveniente da Zeebrugge per il rifornimento del rimorchiatore norvegese Bokn (operazione promossa da ConferenzaGNL); la seconda nel cantiere Fincantieri di Castellammare di Stabia, il 10 marzo 2015 ad opera di Ham Italia con 5 autocisterne per il traghetto Gauthier in partenza per il Canada (leggi la notizia QUI)

A Barcellona l’arrivo del traghetto è stato salutato con una cerimonia alla quale hanno partecipato la Presidente del Porto di Barcellona, Mercè Conesa, e il Presidente di Baleària, Adolfo Utor, il quale ha sottolineato che la società di navigazione ha investito 200 milioni di euro per l’Hypatia de Alejandría e la nave gemella Marie Curie, anch’essa in costruzione presso il cantiere Visentini.

Ai due ferry a GNL di Balearia, che hanno una potenza di 20.600 kW e sono in grado di trasportare 880 persone e 166 veicoli, con una velocità massima di 25 nodi, dotati di due cisterne di GNL che permettono un’autonomia di circa 7 giorni, si aggiungerà nel prossimo futuro la Eleanor Roosevelt, che sarà il primo catamarano veloce al mondo alimentato a GNL attualmente in costruzione presso il cantiere Astilleros Armon di Gijón (investimento 90 milioni di Euro). 

L’impegno strategico di Baleària nei confronti del GNL è iniziato otto anni fa, e la compagnia prevede di avere, nei prossimi tre anni, almeno la metà della sua flotta di traghetti alimentati a GNL e di raggiungere il cento per cento della flotta entro un periodo di dieci anni. A tal fine la compagnia ha ricevuto dall’Unione Europea una sovvenzione di 12 milioni di Euro, su un investimento complessivo di 72 milioni di euro, per ri-motorizzare a GNL sei navi della sua flotta esistente.  

Il nuovo ferry Hypatia de Alejandria oltre alla sua elevata efficienza ambientale è all’avanguardia anche nell’impiego della tecnologia digitale in numerose applicazioni, che vanno dalla sicurezza ai servizi della clientela, come ad esempio la digitalizzazione di tutta la segnaletica sulla nave. Anche l’accesso alle cabine è possibile bypassando la reception grazie a un codice QR ricevibile sul cellulare e il controllo mediante smartphone degli alloggi per animali domestici; inoltre è in fase di attuazione il monitoraggio a distanza dell’intero funzionamento del sistema di propulsione della nave (a terra).

Fonte: Balearia.com