Fluxys rileva le partecipazioni di EDF e Total nel terminale Dunkerque GNL

0

Fluxys, in consorzio con altri partner ha accettato di acquisire congiuntamente da EDF e Total una partecipazione del 35,76% nella compagnia Dunkerque LNG, proprietaria del terminal di rigassificazione del gas naturale liquefatto (GNL) di Dunkerque.

Il terminale di Dunkerque, situato su un’area di 56 ettari nel West Port di Dunkerque, è dotato di un pontile per lo scarico/ricarico delle navi cisterna GNL per il rifornimenti ship to ship e più grandi (fino 267.000 metri cubi) con un flusso massimo di 14.000 mc/ora di scarico e 4.000 mc/ora di ricarico (sono tuttavia in corso modifiche per consentire al terminale LNG di raggiungere una velocità di ricarica massima di 8.800 mc/ora di GNL) e di tre serbatoi LNG, ciascuno con una capacità di stoccaggio di 200.000 metri cubi di GNL a -163 °C.

A seguito della transazione effettuata da Fluxys e dai suoi partner AXA Investment Managers – Real Assets, che agisce per conto dei suoi clienti, e Crédit Agricole Assurances, la gestione del terminal di Dunkerque LNG rientrerà nell’ambito del gruppo Fluxys. Con Fluxys che detiene già il 25% nella struttura, la società attraverso il consorzio avrà il 30,39% nel capitale del terminal mentre AXA Investment Managers – Real Assets, per conto dei suoi clienti, e Crédit Agricole Assurances deterranno ciascuno il 15,19%.

Attualmente EDF e Total detengono il 75 percento del terminale Dunkerque LNG mentre Fluxys è partner con una quota del 25 percento. Oltre ad aver accettato di vendere una partecipazione del 35,76 percento nella struttura a Fluxys e ai suoi partner del consorzio, EDF e Total hanno anche accettato di vendere la restante quota del 39,24 percento a un consorzio di investitori coreani guidato da IMP Group.

Al completamento della transazione, Fluxys ed i suoi partner del consorzio avranno pertanto una partecipazione del 60,76 percento nella struttura. La chiusura del processo di acquisizione è prevista per l’autunno 2018. La quota di Fluxys in Gaz-Opale, la società che gestisce il terminale Dunkirk LNG, rimarrà invariata al 49%, mentre il restante 51% è detenuto da Dunkerque LNG.

Fluxys ha dichiarato in un suo comunicato che l’operazione rafforza la sua posizione nel business europeo delle infrastrutture di GNL e che il terminale GNL di Dunkerque offre ulteriori prospettive di crescita sviluppando il suo potenziale GNL su piccola scala, commercializzando le capacità ancora disponibili e orientando l’offerta commerciale verso le nuove esigenze del mercato .

Avviato nel gennaio 2017, il terminale di Dunkerque LNG è uno dei maggiori terminal di GNL dell’Europa continentale. Con una capacità di rigassificazione annua di 13 miliardi di metri cubi di gas naturale, il terminal sarebbe in grado di soddisfare il 20% della domanda di gas della Francia e del Belgio messi insieme.

Attraverso il suo collegamento diretto con la rete belga del gas, il terminal offre ai suoi clienti un accesso facile e flessibile ai mercati del gas del Regno Unito, Olanda e Germania.

Circa il 75% della capacità del terminal è stata già negoziata con EDF e Total con contratti di durata ventennale fino al 2036.

Il restante 25 percento della capacità del terminale è disponibile per il marketing per servire sia il mercato nord-occidentale europeo, dove la produzione in declino richiede sempre maggiori forniture aggiuntive, sia la crescente domanda re-loading.

Fonte LNG World News