Prima bunkerina GNL di ENN Energy in Cina

0

La compagnia privata cinese ENN Energy Holdings Ltd. ha ordinato una nave da bunkeraggio marittimo di GNL di 8.500 metri cubi di capacità al cantiere navale statale Dalian Shipbuilding Industry Company (DSIC), il maggiore cantiere cinese ubicato nella città costiera meridionale di Dalian, nella Provincia Liaoning.  

La nuova nave da 119 metri, la cui consegna è prevista nel 2020, sarà dotata di due cisterne IMO di tipo C, con una capacità di carico fino a 8.500 metri cubi di gas naturale liquefatto, di un sistema di propulsione a doppia alimentazione e sarà attrezzata non solo per il rifornimento di navi alimentate a GNL ma anche per provvedere a servizi di pre-raffreddamento ed eseguire test qualitativi del GNL.

La nave opererà presso il nuovo terminale GNL di Zhoushan, nella provincia di Zhejiang, inaugurato recentemente da ENN Energy. L’impianto, che possiede la capacità di importare fino a 3 milioni di tonnellate all’anno di GNL, ha ricevuto il primo carico di 145.500 metri cubi per la messa in servizio iniziale nell’agosto 2018 e collaudato nei due mesi seguenti i sistemi criogenici e di rigassificazione. In coincidenza con l’annuncio del contratto di costruzione della nave da bunkeraggio ENN ha anche dichiarato l’avvio ufficiale delle operazioni commerciali del terminal di Zhoushan.

Il terminale GNL di Zhoushan è stato concepito come complesso multifunzionale, in grado di gestire le importazioni di GNL, il bunkeraggio e la distribuzione a terra, con due serbatoi di stoccaggio da 160.000 m.c. Il sistema di rigassificazione è collegato alle condotte della rete provinciale. Completano l’impianto un molo primario in grado di ospitare navi metaniere con una portata fino a 265.000 metri cubi di gas. La capacità complessiva del terminale è di 5 milioni di tonnellate l’anno e probabilmente 10 in futuro, qualora la domanda lo giustifichi.

Oltre a gestire la prima chiatta di bunkeraggio fluviale di GNL impiegata in Cina, sul fiume Xijiang, ENN è presente anche in Europa nella fornitura dei servizi di rifornimento di GNL e metano per l’industria dei trasporti, compresi veicoli e navi, attraverso le due sue consociate ENN Clean Fuels (da pochi giorni nuovo nome di LNGEurope) in Olanda, e ENN Clean Energy British Company nel Regno Unito. ENN Clean Fuels gestisce 2 stazioni di GNL ed effettua servizi di bunkeraggio con autobotti a navi mercantili e rimorchiatori a GNL.

ENN Clean Fuels, prima di essere acquisita dalla ENN Energy e quando ancora si chiamava LNGEurope, fu protagonista del primo rifornimento storico di GNL eseguito nel Mediterraneo da camion a nave, nel marzo 2014 nel porto di Civitavecchia. L’operazione fu resa possibile dall’intervento di ConferenzaGNL in collaborazione con WEC Italia che la proposero all’Autorità portuale di Civitavecchia dopo aver avuto una richiesta di aiuto da LNGEurope.

L’approvvigionamento riguardò il rimorchiatore Bokn di proprietà della compagnia marittima norvegese Bube (Buksér og Berging). Il Bokn è stato il secondo rimorchiatore al mondo, dopo il suo gemello Borgoy a montare un propulsore alimentato esclusivamente a metano liquido (e non un ibrido diesel-gas). I due rimorchiatori, diretti in Norvegia per servire la compagnia Statoil, sono stati costruiti nel cantiere turco Sanmar. Il Borgoy fu rimorchiato per buona parte del Mediterraneo.

Fonte: Fairplay.ihs.com