50 Scania GNL per Sanpellegrino (Nestlè)

0

Il Gruppo Sanpellegrino (controllato dal leader alimentare mondiale Nestlè) leader nella produzione di acqua minerale, ha impresso un forte impulso alle politiche di tutela ambientale con il passaggio da Diesel a GNL della propria flotta di camion. Presso lo stabilimento di San Pellegrino Terme (Bergamo) si è svolta ieri la cerimonia di consegna delle chiavi di 10 automotrici Scania GNL da 13 litri (con una coppia di 2000 Nm e 410 CV) con prestazioni paragonabili a un motore a diesel di pari potenza.

Queste 10 automotrici si aggiungono alle 20 già attive da dicembre scorso e altre 20 lo saranno nelle prossime settimane. Come riferito da Maura Sartore, a capo della supply chain della Nestlè Waters per il Sud Europa, l’idea era stata maturata un paio di anni fa e dopo aver valutato la possibilità di installare un serbatoio criogenico presso lo stabilimento di San Pellegrino la decisione finale è stata presa grazie alla recente apertura di zona di due stazioni di servizio di GNL.

Per realizzare il progetto è stata coinvolta la Koinè Logistics, tradizionale partner della Sanpellegrino, che a sua volta ha coinvolto Scania, come spiegato dal presidente della società logistica, Andrea Toccafondi, alla presenza di Franco Fenoglio, Presidente e Amministratore Delegato di Italscania nel convegno svoltosi presso la sala consiliare del Comune di Zogno prima della consegna delle automotrici.

Una parte dei nuovi 50 camion è dedicata esclusivamente al navettaggio dallo stabilimento di San Pellegrino Terme all’hub di Madone (centro principale di smistamento dei prodotti Sanpellegrino), percorso di circa 60 chilometri tra andata e ritorno, che ciascun camion percorre 3-4 volte al giorno. Per questa attività sarà necessario un rifornimento di GNL soltanto ogni 15 giorni circa.

L’abbattimento pressoché totale delle emissioni di particolato e ossidi di zolfo, la forte riduzione di emissioni di CO2 e NOX nel servizio di navettaggio e in generale la sensibilità ambientale dimostrata concretamente dal Gruppo Sanpellegrino ha visto particolarmente soddisfatti l’assessore ai Trasporti della Regione Lombardia, Giulia Terzi, e i due sindaci maggiormente coinvolti, Giuliano Ghisalberti di Zogno e Vittorio Milesi di San Pellegrino Terme, stimolati dal moderatore del convegno Giuseppe Guzzardi direttore di Vie&Trasporti e di OITA, l’Osservatorio interdisciplinare trasporto alimenti.

Sui vantaggi del GNL in sostituzione del Diesel e sulle prossime prospettive dell’uso del biometano e del bioGNL, che potrà azzerare anche le emissioni di CO2, hanno parlato Licia Balboni, presidente Federmetano e Andrea Fossa, direttore scientifico dell’Osservatorio contract logistic del Politecnico di Milano. Oltre a Fenoglio, Toccafondi e Sartore alla cerimonia della consegna delle chiavi ha partecipato anche Duccio Sbriglione, direttore dello stabilimento.

Degli sviluppi della logistica intermodale terrestre, marittima e ferroviaria a GNL si parlerà all’interno della quinta Conferenza Internazionale sullo Small Scale LNG, in programma a Napoli il 15 e 16 maggio, evento promosso da ConferenzaGNL.

Fonte: ConferenzaGNL